Curriculum avvocato: guida su come realizzare il CV perfetto

Vuoi realizzare un curriculum da avvocato ma non sai da dove partire? Ti serve una guida che, appunto, ti guidi su come stendere le diverse strutture del curriculum vitae per diventare un avvocato? Oppure, ancora, hai già una bozza ma vuoi perfezionare e rendere il tuo curriculum da avvocato perfetto agli occhi delle risorse umane?

Valutazione media per questo modello

5
Rated 5 out of 5
Da 2 recensioni dei clienti

In questo articolo risponderemo a tutto ciò con degli esempi concreti, al fine di aiutarti a rendere il tuo curriculum da avvocato perfetto, in linea con le richieste del mondo del lavoro attuale ed ottenere il ruolo che meglio rende giustizia alla tua sudata laurea.

Sei pronto a scrivere?

Esempio di curriculum da avvocato

Lorenzo Orsucci
Avvocato

339 921 1245
lorenzo.orsucci@gmail.com
Milano, Italia
LinkedIn.com/it/lorenzo.orsucci

Profilo Professionale
Laureato in Giurisprudenza con punteggio di 107/110. Nel corso della mia esperienza ho acquisito competenze in materia di Diritto Tributario. Sono un libero professionista specializzato in adempimenti fiscali e procedimenti di rimborso, con doti riconosciute di intelligenza emotiva e gestione del tempo.

Esperienze lavorative
Avvocato Libero Professionista
Studio Legale Avvocato Lorenzo Orsucci, Milano
Aprile 2019 – in corso
Gestisco il mio studio legale presso la zona di Porta Venezia, a Milano, nel quale lavoro con altri quattro collaboratori. Nel mio studio mi occupo principalmente di adempimenti fiscali e procedimenti di rimborso. In questi tre anni, ricoprendo questo ruolo, ho ottenuto un discreto successo ed ho vinto numerose cause.

Tipo o settore di attività
Iscritto presso l’ordine degli Avvocati di Milano.

Istruzione scolastica e formazione
Avvocato
Iscrizione presso l’Ordine degli Avvocati di Milano, Maggio 2015 – ad oggi
Principali materie e competenze professionali: diritto civile, bancario, assicurativo, fallimentare, tributario, del lavoro e della providenza sociale.

Laurea in Giurisprudenza
Aprile 2015, Università degli Studi di Milano la Statale, Milano (Italia)

  • Materie principali/competenze apprese: diritto civile, diritto processuale civile, diritto tributario, diritto commerciale, diritto dell’Unione Europea e diritto del lavoro.
  • Titolo della tesi: “La sospensione dei termini in materia di opposizione a scissione e fusione”, relatore Chiar.mo Prof. Mariano Valeri.

Diploma di Maturità Classica
Luglio 2009, Liceo Classico Statale “Giovanni Berchet”, Milano (Italia)

  • Materie principali/competenze acquisite: lingua e letteratura italiana, lingua e letteratura inglese, matematica, greco, latino, francese, storia dell’arte e filosofia.

Abilità e certificati

  • Inglese: B2
  • Francese: DELF B2
  • Propensione all’ascolto,
  • Problem-solving,
  • Buon metodo di lavoro,
  • Ottima conoscenza nella ricerca, studio ed analisi di testi in ambito giuridico.

Come scrivere un CV da avvocato

Sia che tu sia un astronauta o un parrucchiere, scrivere il proprio curriculum vitae non è un’operazione così scontata, per quanto semplice: è facile incappare in piccoli errori che potrebbero segnare la decisione nell’ottenere o meno un primo colloquio conoscitivo.

Infatti, un curriculum vitae dovrà mettere in luce le tue conoscenze, oltre che la tua storia professionale, dovrà essere una sorta di biglietto da visita che illustri ciò che sai fare, oltre al motivo, in maniera implicita, per cui un’azienda o un datore di lavoro dovrebbe assumerti.

Per scrivere bene un CV da avvocato è necessario attenersi ad alcune piccole e semplici regole di cui discuteremo in dettaglio nelle prossime righe, oltre a scegliere un template di curriculum efficace e di qualità.

Bando alle ciance, partiamo con la stesura del tuo documento professionale!

Struttura e design

In prima battuta, per realizzare un curriculum vitae da avvocato professionale, è necessario realizzare una buona struttura, nella quale suddividere in sezioni le diverse informazioni da inserire, oltre che scegliere un bel design che non contenga elementi superflui e che occupino spazio inutilmente.

Per quanto riguarda la struttura, come vedremo dettagliatamente in seguito e come riportato nell’esempio iniziale, nel proprio cv da avvocato è necessario separare le diverse sezioni con dei titoli e dei sottotitoli (quindi con parti di testo di dimensione diversa), oltre ad enfatizzare termini chiave e dati importanti usando il grassetto.

Inoltre, è essenziale scegliere un layout ben definito: meglio se contiene le informazioni personali a lato e quelle professionali al centro del documento (di modo che occupino ¾ della pagina). In questa maniera, il lettore potrà facilmente identificare e focalizzarsi su una parte del testo piuttosto che un’altra.

Per quanto riguarda il design invece, si consiglia di scegliere un template che si addica alla tua professione: quindi, per l’avvocato, si consiglia un modello con una struttura e dei colori sobri (ad esempio: una palette di grigio e/o blu navy), così come dei font classici. A tal proposito, ti consigliamo di scegliere uno fra i seguenti font:

  • Bodoni
  • Prata
  • Roboto
  • Times New Roman
  • Arial

Per quanto riguarda il corpo del testo, si consiglia di usare una dimensione compresa tra i 10 ed i 12 pixel.

👉 Prima di inviare il tuo CV da avvocato, assicurati che il testo sia accessibile con lo sfondo: nel web esistono diversi strumenti che ti permettono di verificare il contrasto tra due colori; perciò, fai una prova con i rispettivi codici HEX (ad esempio: #ff00ff) o RGB (ad esempio: 255, 0, 255).

Il miglior formato per il CV da avvocato

È importante considerare anche come disporre i dati nel proprio curriculum da avvocato ed esistono tre diversi formati per fare ciò, ciascuno è indicato in base alla propria esperienza ed alle proprie competenze:

  • Cronologico: con questo formato le informazioni vengono disposte in ordine, appunto, cronologico (per data). Le risorse umane ed i datori di lavoro apprezzano, in particolar modo, l’ordine cronologico inverso, che permette di evidenziare a colpo d’occhio le attività svolte più di recente;
  • Funzionale: questo formato è particolarmente indicato per chi in determinati periodi è rimasto fermo, poiché mette in luce i punti di forza della propria carriera. È l’ideale per chi non ha molta esperienza o ha periodi di disoccupazione;
  • Ibrido: è un misto tra il formato cronologico ed il funzionale. Pone l’accento sia sulle proprie competenze e traguardi personali, che sul proprio talento.

Per rendere il proprio cv originale e di carattere, si consiglia di scegliere uno fra questi formati in base a seconda di come vorrai “farcire’ le sezioni. Si consiglia di attenersi allo stesso formato per tutti i diversi paragrafi.

Se vuoi farti guidare e trovare il miglior formato per le tue esigenze, ti consigliamo di dare un’occhiata ad alcuni esempi di curriculum che abbiamo realizzato per te.

Le sezioni del curriculum di un avvocato

La scelta di un design efficace è tanto importante quanto i contenuti da inserire all’interno del curriculum di un avvocato: è un po’ come una pizza, oltre ad essere bella, deve anche essere buona!

Per inserire i contenuti del proprio curriculum da avvocato, è essenziale suddividerli nelle seguenti sezioni:

  • Introduzione,
  • Profilo professionale,
  • Esperienze lavorative,
  • Istruzione scolastica e formazione,
  • Competenze,
  • Sezioni aggiuntive.

Nelle righe a seguire parleremo di ciascuna area e forniremo dei chiari modelli esemplificativi, affinché tu possa prendere spunto e realizzare un buon CV.

⚠️ Fai attenzione che i contenuti da inserire in ciascun paragrafo, dovranno essere scritti in maniera chiara e sintetica, oltre che priva di errori grammaticali.

L’introduzione

Nell’introduzione non dovrai far altro che indicare i tuoi dati personali e dei metodi di contatto.

Quindi, un’ottima introduzione dovrà includere:

  • Nome e cognome,
  • Professione,
  • Numero di telefono ed indirizzo e-mail,
  • Città del domicilio,
  • Profilo LinkedIn, nel caso tu ne abbia uno,
  • Foto con il tuo volto.

Ecco un esempio di corretto e sbagliato, su come impostare il tuo curriculum da avvocato.

CORRETTO
Agnese Marcuzzi Fiorentini
Avvocato
347 787 921
a.marcuzzi01@gmail.com
Milano, Italia
Linkedin.com/it/a.marcuzzi01
SBAGLIATO
Agnese Marcuzzi Fiorentini
Avvocato

347 787 921
a.marcuzzi@gmail.com
Via Rossetti 59A, Milano, Italia

Data di nascita: 03/08/2001
Linkedin.com/it/a.marcuzzi01

Profilo Professionale

Come illustrato nell’esempio di apertura di questa guida, la sezione dedicata al profilo professionale riassume brevemente, in massimo 3-4 righe, la propria esperienza professionale, la posizione lavorativa ricoperta attualmente ed eventuali progetti di spicco.

Diamo uno sguardo all’esempio che segue.

CORRETTO
Avvocato con tre anni di esperienza nell’ambito aziendale, con solide conoscenze di diritto d’impresa, corporate governance e normativa aziendale. Mi sono laureato in Giurisprudenza nell’aprile 2018 presso l’Università degli Studi di Padova. Mi ritengo una persona dinamica, capace di adattarsi bene e velocemente in nuovi contesti lavorativi, grazie all’elevata flessibilità, motivazione e proattività.

Esperienze lavorative

Questo paragrafo sarà quello di maggior interesse per le risorse umane ed i datori di lavoro, in quanto vorranno sapere dove hai fatto esperienza, per quanto tempo sei rimasto in una determinata azienda, la tua preparazione e quali obiettivi hai raggiunto in un determinato periodo.

Per scrivere questa parte, dai un’occhiata agli esempi sottostanti.

Nel caso tu abbia appena completato il ciclo di studi ed, al termine di esso, hai appena svolto un tirocinio formativo, puoi semplicemente scrivere:

CORRETTO
Avvocato tirocinante presso Studio Legale Di Mauro, Trieste
Agosto 2019 – Febbraio 2020
Traguardi raggiunti:

  • Studio di 10 fascicoli di clienti in sinergia con il dominus,
  • Preparazione alle linee difensive in tribunale,
  • Aumento del 40% della velocità di ricerca giurisprudenziale,
  • Redazione di oltre 150 atti penali.

Invece, se hai già esperienza con il mondo del lavoro, puoi attenerti al modello che segue.

CORRETTO
Avvocato Libero Professionista presso Studio Legale Marcianise, Trieste
Marzo 2016 – in corso
Traguardi raggiunti:

  • Analisi del caso e relativa documentazione presentati dal cliente,
  • Aggiornamento dei clienti su contenziosi, trattative ed esiti delle udienze,
  • Rappresentanza a difesa dei clienti,
  • Negoziazione di accordi di vertenze civili, al fine di minimizzare la penale o massimizzare i risarcimenti.

Avvocato Civilista presso Studio Legale Dafina, Trieste
Aprile 2013 – Febbraio 2016
Traguardi raggiunti:

  • Comunicazione efficace con i clienti, al fine di aiutarli nel comprendere leggi, sentenze e regolamenti d’interesse,
  • Negoziazione di accordi di vertenze civili, con lo scopo di minimizzare la penale o massimizzare i risarcimenti,
  • Sviluppo di strategie difensive, al fine di tutelare il cliente.

Praticante Avvocato presso Studio Legale Montenegro, Udine
Traguardi raggiunti:

  • Consultazione di regolamenti, leggi e casi d’esame dei clienti,
  • Stesura di report periodica,
  • Supporto al capo ufficio per le funzioni operative.
💡L’idea è quella di sfruttare gli elenchi puntati per scandire bene le informazioni; in questo modo, il lettore avrà subito una visione d’insieme e la lettura risulterà più piacevole.

Istruzione scolastica e formazione

Un altro paragrafo molto importante per chiunque voglia trovare una professione, non solo per un avvocato, è quello dedicato all’istruzione ed alla formazione. Infatti, in questa area dovrai parlare dei titoli conferiti e della tua formazione.

Anche qui, nel caso tu stia muovendo i primi passi nel mondo del lavoro e non hai molta esperienza lavorativa, si consiglia di ampliare ciascuna sezione indicando eventuali progetti svolti durante il percorso accademico, attività ed incarichi ottenuti, un esame o materie caratterizzanti. A tal proposito, ti consigliamo di dare uno sguardo ai diversi curriculum da studente, dai quali puoi prendere spunto!

Tieni presente che, per ciascun titolo di studio conferito, dovrai indicare i seguenti dati:

  • Facoltà Universitaria nella quale si ha ottenuto il titolo di studio;
  • Titolo di studio;
  • Anno e mese di conseguimento titolo (nel caso tu sia in regola, puoi indicare anche l’anno di inizio);
  • Titolo della tesi e/o materie caratterizzanti;
  • Voto conseguito (opzionale).

Guardiamo un semplice esempio.

CORRETTO
Laurea Magistrale in Giurisprudenza presso l’Università degli Studi di Roma “Roma IV”
Settembre 2019 – Roma, Italia

  • Tesi di laurea in Diritto Tributario: “Agevolazioni fiscali per le PMI”,
  • Voto conseguito: 108/110, con una media del 28,3.
  • Consigliere di Ateneo nell’anno accademico 2017-18.

Per quanto riguarda la formazione invece, se sei un avvocato iscritto all’albo, potresti pensare di inserire qui una sezione dedicata. Al suo interno potrai indicare l’ordine e la data di iscrizione all’albo.

👉 Tra i consigli più utili che possiamo darti, segui questo: a mano a mano che riempi il curriculum da avvocato, puoi rimuovere i titoli più vecchi, al fine di far spazio ad informazioni più recenti.

Abilità e competenze

Cosa sai fare realmente, oltre a studiare? Che abilità e competenze hai acquisito nel tempo? Quali sono le tue doti, sia lavorative che extra-professionali?

Potrai scrivere tutto ciò in questa sezione dedicata sul tuo cv, che si divide in due rami: hard skills e soft skills. Le prime sono prettamente relative alla figura che andrai a ricoprire, mentre le seconde sono più legate alla propria persona ed alle capacità professionali acquisite nel tempo (e con l’esperienza), ma non solo.

Per farti capire meglio, facciamo alcuni esempi di hard e soft skills per il curriculum vitae.

Hard Skills

  • Corporate Tax,
  • Civilista,
  • Diritto bancario,
  • Specializzato in legge,
  • Avvocato tributarista,
  • Avvocato Amministrativo,
  • Procedimento di rimborso,
  • Conoscenza brevetti italiani, europei ed internazionali (PCT),
  • Contrattualistica d’impresa,
  • Tecniche di analisi del bilancio d’esercizio,
  • Negoziazione di accordi,
  • Conoscenza di diritti di vario genere,
  • Rappresentanza e difesa dei clienti nei procedimenti.

Soft Skills

  • Problem-solving
  • Competenze di comunicazione, sia scritta che verbale,
  • Intelligenza emotiva,
  • Pacatezza,
  • Spirito d’iniziativa,
  • Capacità di lavorare sotto stress.

Sezioni aggiuntive

Se ti avanza spazio, soprattutto se sei uno studente che ha appena terminato o è in procinto di terminare il ciclo di studi, puoi inserire delle sezioni aggiuntive, che ti permettano di definire maggiormente la tua figura e la tua personalità.

Una valida sezione aggiuntiva che puoi considerare di inserire in un curriculum è quella relativa alle certificazioni: hai delle certificazioni linguistiche o informatiche?

Per quanto tu possa pensare che tali certificazioni siano superflue o irrilevanti, devi sapere che potrebbero essere decisive nell’ottenere un primo colloquio conoscitivo o, addirittura, un lavoro. A tal proposito, prova a pensare ad un tuo ipotetico candidato avversario, che, a parità di percorso di studio, presenta una certificazione (seppur ininfluente con la candidatura presentata) in meno rispetto a te; molto probabilmente l’azienda prediligerà la tua figura, proprio perché maggiormente qualificata.

Oltre a ciò, potresti inserire le tue conoscenze con la suite di Microsoft Office, le tue capacità comunicative, i tuoi interessi, documenti pubblicati nel corso della tua carriera e ricerche che hai svolto per conto tuo.

Suggerimenti per rendere perfetto il proprio CV da avvocato

Dopo tante parole, ti chiederai dove sta il segreto nell’ottenere un lavoro nel tuo campo di studi, beh la risposta potrebbe essere nascosta sotto a diversi aspetti (oltre ad un po’ di fortuna!).

Un buon suggerimento per rendere il proprio curriculum da avvocato perfetto è quello di creare una lettera di presentazione, da allegare ogni qualvolta presenterai la candidatura per un lavoro. Questa lettera di presentazione dovrà essere realizzata ad hoc per ciascun ruolo e dovrà contenere:

  • i tuoi obiettivi per il futuro (in termini professionali),
  • le motivazioni che ti spingono a candidarti per quella posizione,
  • ciò che ti accomuna con lo studio o l’azienda per cui ti stai candidando.

Tieni presente che quest’ultimo aspetto non è da sottovalutare, poiché gli HR ed i datori di lavoro valutano molto positivamente l’interesse mostrato verso l’azienda o lo studio per cui lavorano.

Inoltre, cerca di essere sempre sincero in ciò che scrivi e di candidarti per posizioni lavorative per cui ti senti realmente tagliato, poiché solo così potrai ottenere grandi soddisfazioni ed il lavoro dei sogni.

📌 Il suggerimento furbo: se, scorrendo la tua timeline di LinkedIn, trovi numerose posizioni lavorativi che cercano nuovi candidati, prenditi il tuo tempo prima di fare l’application. Per trovare la posizione giusta, non bisogna fermarsi al primo risultato: è un po’ come innamorarsi, occorre aver pazienza per trovare la scelta giusta.

Punti chiave del curriculum da avvocato

Riassumiamo brevemente i punti chiave del curriculum da avvocato da rispettare sempre e comunque, al fine di realizzare un curriculum vitae coi fiocchi:

  • Cerca di esprimere concetti chiari e concisi;
  • Evita di scrivere un unico blocco di testo, spezza le informazioni in paragrafi (separati da titoli e titoletti);
  • Cerca di scegliere un template sobrio e ben distribuito;
  • Evita errori grammaticali;
  • Prova a condensare tutte le informazioni in una pagina unica in formato A4;
  • Scegli il formato più adatto alla tua esperienza,
  • Scrivi sempre la verità e fatti realmente accaduti.

Ora non ti rimane che metterti all’opera e seguire tutti i nostri consigli (che sono un vero vantaggio)!

FAQ

In quest’ultima zona della guida, proveremo a rispondere alle domande più comuni per avvocati che vogliono scrivere una buona carta d’identità professionale.

In che formato salvare/esportare il curriculum da avvocato?

Al fine di ottenere un risultato professionale, si consiglia caldamente di salvare o esportare il proprio documento in formato PDF. Svolgere ciò è molto semplice, ti basterà realizzare il curriculum con un qualsiasi editor di testo (anche Word va bene) ed al momento del salvataggio, scegliere la dicitura “Curriculum Avvocato PDF” come formato.

In questo modo, otterrai un file non editabile, ma ben fatto. Potrai modificare il tuo curriculum vitae da avvocato in un secondo momento, direttamente dal file originale realizzato con l’editor di testo (quindi, non buttare via la “bozza”).

Posso realizzare un curriculum vitae online?

Certo che puoi, ti basterà trovare l’editor giusto per fare ciò! Se vogliamo parlare di strumenti per realizzare un curriculum vitae online, puoi affidarti al Generatore di Modello CV, dove troverai un curriculum vitae avvocato da compilare e ti permetterà di scegliere un template (già diviso in sezioni) dal quale partire.

Questi “builder” ti offrono numerose funzionalità, che ti consentono di personalizzare il documento a seconda dei tuoi gusti e alle tue necessità in autonomia, garantendo un risultato professionale ed efficiente.

Infine, sempre all’interno del sito, puoi trovare una buona dose di curriculum avvocato fac simile a cui ispirarti.

CV Avvocato (IT)-Rotterdam.pdf CV Avvocato (IT)-Prague.pdf
CV Avvocato (IT)-Chicago.pdf CV Avvocato (IT)-Riga.pdf

Articoli simili

No Results Found

The page you requested could not be found. Try refining your search, or use the navigation above to locate the post.